Stampare abbigliamento

I tessuti: quale scegliere per le proprie t-shirt personalizzate?

Per creare le proprie t-shirt personalizzate occorre conoscere le differenze tra i vari tessuti, così da scegliere quello più adatto alle proprie esigenze.

Ogni tessuto ha infatti una propria resistenza, offre una particolare resa di stampa e ha un prezzo specifico.

Analizziamo adesso le caratteristiche dei diversi materiali con cui potete realizzare le vostre t-shirt personalizzate.

Il cotone, il tessuto per magliette più utilizzato

Il cotone è un materiale resistente, pratico e morbido, ed è molto comodo da indossare.

Poiché consente una buona traspirazione della pelle, è ideale per il proprio abbigliamento, soprattutto durante la stagione più calda.

Di contro, anche se il cotone assorbe bene l’umidità, tende ad asciugarsi lentamente. Pertanto, chi pratica attività sportive è bene che opti per altri tipi di
tessuti, che si asciugano in fretta, come il poliestere che descriveremo più avanti.

Nell’acquistare magliette di cotone è opportuno tenere presente che questo tessuto tende a restringersi durante i lavaggi, soprattutto se si impostano sulla
lavatrice cicli di lavaggio a temperature elevate.

Perciò, quando si seleziona la propria t-shirt da stampare, è meglio scegliere una taglia comoda.

Il cotone può essere lavorato in diversi modi, che ne modificano in maniera sostanziale la qualità del tessuto e il relativo costo.

In linea di massima, un cotone di migliore qualità garantisce all’abbigliamento maggiore resistenza ed evita la formazione dei cosiddetti “pallini” sul tessuto.

Le tipologie di cotone che si impiegano più spesso per le t-shirt personalizzate

– cotone organico
Deriva da una produzione biologica delle piante di cotone, un’agricoltura più consapevole nei confronti dell’ecosistema e dell’ambiente, che riduce in modo
considerevole il ricorso a fertilizzanti e pesticidi di sintesi.

Così facendo, si ottiene un cotone più sano e sostenibile con il quale si possono realizzare t-shirt personalizzate di grande qualità.

  • il ring-spun
    Questo tessuto è sempre più richiesto per via della sua particolare morbidezza. Infatti, viene realizzato attraverso una specifica tecnica che torce le fibre del cotone e le intreccia in fili sottilissimi ma molto resistenti.
  • il cotone pettinato
    Per ottenere questo cotone, di ottima qualità e morbidezza, è necessario processarne le fibre prima della filatura, così da eliminare qualsiasi impurità e le fibre più corte, che sono quelle più deboli. Il risultato è un tessuto di prima scelta, di grande resistenza e dal prezzo un po’ più elevato.
  • il jersey
    Il tessuto di jersey è molto utilizzato per la produzione di abbigliamento a livello industriale.
    L’aspetto è quello di una maglia rasata e piuttosto elastica. I materiali alternativi al cotone per dare forma alle vostre t-shirt personalizzate
  • Il poliestere
    Questo tessuto molto diffuso è di origine sintetica, al contrario del cotone. Infatti, è il risultato della lavorazione industriale di derivati del petrolio.
    Il poliestere è un materiale molto apprezzato per la sua leggerezza e per la sua capacità di assorbire il sudore e di riuscire ad asciugarsi molto in fretta.
    Inoltre, offre una piacevole sensazione di calore quando le temperature si abbassano. Per queste ragioni, è ideale per farne abbigliamento ad uso sportivo.
    I capi realizzati in poliestere sono estremamente pratici e non necessitano di particolari operazioni di manutenzione, come la stiratura.
    Di conseguenza, il poliestere va proprio tenuto in considerazione se dovete creare le t-shirt personalizzate per la vostra squadra sportiva.
  • il rayon, o viscosa
    Questo tessuto, detto anche seta artificiale, offre un’alternativa al poliestere nella realizzazione di abbigliamento ad uso sportivo. Infatti, si tratta di una fibra ottenuta dalla filatura di materiali naturali come la cellulosa del cotone o del legno, dopo averli sottoposti a trattamenti chimici e meccanici. Si caratterizza per essere molto traspirante ed è piacevole da indossare in quanto riesce ad adattarsi molto bene al corpo. Il rayon ha un aspetto lucido, molto simile alla seta, ed essendo meno resistente del poliestere è meglio lavarlo in modo delicato, se possibile a mano.
Torna alla lista